Curare le felci in casa

Curare le felci in casa 2017-04-03T10:42:01+00:00

Project Description

Alcune cure per le felci in casa

Tra le piante d’appartamento, le felci sono considerate da tutti le più attraenti. Grazie alla chioma lussureggiante cambiano subito il look della stanza e creano l’illusione di vivere in un angolo di foresta subtropicale. Curare le felci in casa è un’operazione semplice e richiede poche attenzioni. Vediamole di seguito come metterle in pratica per farle crescere rigogliose.

 

Innaffiare e nebulizzare

La terra delle felci deve essere sempre un po’ umida. D’inverno la pianta va bagnata due volte alla settimana, mentre d’estate almeno quattro. Si deve usare acqua a temperatura ambiente e decalcificata (come quella per il ferro da stiro), altrimenti il calcio si deposita sulle radici e impedisce alla felce di bere.
Nebulizzare soprattutto davallia e capelvenere, che hanno foglie piccole e si disidratano rapidamente, vanno spruzzate ogni giorno.

 

Schermare

Le felci amano i posti luminosi ma ben ombreggiati. Il sole, infatti, ustiona le foglie, che diventano marroni. Se il vaso è sul davanzale di una finestra occorre schermare il vetro con una tenda.

 

Ruotare

Una volta alla settimana il vaso va girato di 180 gradi. Con questa mossa si evita che la pianta cresca sbilanciata, con fronde rigogliose (dove prende la luce) e altre no (quelle volte verso l’ombra).

 

Concimare

Da marzo ad agosto, va aggiunto all’acqua delle innaffiature del fertilizzante per piante verdi da interni. Come quantità usare un terzo della dose indicata sulla confezione, ogni due settimane.

 

Pulire

Ogni settimana si tolgono le foglioline secche cadute sulla terra e si tagliano le fronde spoglie.

Loading...